Servizio di manutenzione per estintori e presidi di protezione antincendio

Negli ambienti di lavoro l’obbligo è quello di disporre una serie di dispositivi di protezione e prevenzione a tutela dei pericoli di sviluppo e propagazione di fuoco e fiamme. Estintori, impianti di allarme, sensori e rilevatori di fumo e di fiamme devono obbligatoriamente corrispondere agli standard di riferimento e devono essere sottoposti a regolari interventi di manutenzione.

Il servizio di controllo, revisione e manutenzione antincendio si rivolge a professionisti, imprenditori e società che abbiano l’esigenza di effettuare verifiche e interventi periodici sulle attrezzature e sui dispositivi antincendio adottati all’interno della struttura.

Tutti i controlli, effettuate da operatori esperti e in possesso delle dovute certificazioni, vengono annotati in un registro apposito, curato dai responsabili delle misure antincendio dell’azienda stessa. Il registro deve essere aggiornato con la massima attenzione e precisione, al fine di sottoporlo, se necessario, ai controlli obbligatori,

I controlli e la manutenzione riguardano ogni tipo di attrezzatura e di sistema di protezione antincendio, la periodicità è definita nel momento in cui i presidi vengono installati. Oltre a questo tipo di interventi, è possibile usufruire anche di una specifica formazione riguardo ai rischi di incendio, alle misure di prevenzione, all’utilizzo dei metodi di protezione e alle procedure da mettere in atto in caso di pericolo.

Come si svolge la manutenzione degli estintori

Successivamente al primo controllo, gli estintori devono essere esaminati dal responsabile della sicurezza antincendio, presente in ogni azienda. L’esame consiste nel controllare lo stato del dispositivo e nel segnalare, o risolvere, eventuali anomalie.

Il controllo periodico dell’estintore, effettuato ogni sei mesi da un tecnico esperto, viene seguito dall’aggiornamento del cartellino e dalla redazione di un rapporto tecnico. La revisione periodica programmata, eseguita dall’azienda che si occupa della manutenzione dei dispositivi, deve essere certificata in maniera indelebile e visibile e consiste in alcune operazione che garantiscono l’efficienza del dispositivo.

Periodicamente viene anche effettuato il collaudo dell’estintore, finalizzato al controllo del serbatoio o della bombola, con sostituzione della valvola erogatrice. Anche il collaudo deve essere certificato tramite apposizione della data all’interno e all’esterno del dispositivo.

Nel corso del tempo, potrebbero essere necessari ulteriori interventi di manutenzione straordinaria o sostituzione di alcune parti dell’apparecchio.

Potrebbero interessarti anche...