Smart card a sola memoria e con microprocessore: che cosa sono

SmartCardLa smart card è un dispositivo dotato di microchip simile ad una carta di credito, con potenzialità di elaborazione e memorizzazione dei dati. Le informazioni contenute sono crittografate, per questo esse sono prodotte e commercializzate da chi si occupa di sicurezza informatica. Le tecnologie utilizzate da questo sistema sono molteplici, anche se si tratta di un apparecchio così piccolo. Le funzioni di questi dispositivi sono diverse.

La tipologia in tessera in plastica può essere utilizzata con un lettore di smart card specifico, ovvero un device che permette di collegarla e farla leggere da un PC grazie ad un driver. L’interfaccia di collegamento può essere una contattiera, quindi il dispositivo verrà letto per contatto; oppure un’antenna, quindi la lettura verrà fatta in prossimità e si parla di Contactless Smartcard. Alcuni dispositivi permettono entrambi i tipi di lettura, per questo si chiamano Dual Interface Card.

Da computer è possibile manipolare i dati e le informazioni contenute. Il collegamento fra il lettore e il PC avviene tramite una porta USB o seriale di solito. Alcuni apparecchi presentano entrambe le possibilità.

Tipologie di smart card

Le smart card si dividono in memory card e microprocessor card, in base alle caratteristiche del microchip e delle potenzialità della smart card. Il costo di questa è proporzionato proprio a questi parametri, che ne definiscono di conseguenza anche l’ambito d’applicazione.

Memory Card

Le Memory Card, anche dette “a sola memoria”, sono ovviamente molto più semplici ed economiche. Esse non offrono un alto livello di sicurezza e per questo vanno bene per la conservazione di dati non molto sensibili, che non hanno bisogno di un alto livello di protezione. Questo tipo di carte offrono semplicemente la capacità di memorizzazione dei dati sul microchip. Queste informazioni possono essere lette, modificate, implementate con delle funzioni cablate secondo un circuito logico programmato ancora in fase di produzione del microchip. L’accesso ai dati avviene mediante il superamento di una serie di permessi di superamento. Di norma una smart card a sola memoria offre uno spazio di 1-4 kByte.

Le Memory Card sono di norma utilizzate per applicazioni semplici e dati che non richiedono un elevato livello di protezione, come carte prepagate, fidelity card etc. dove l’unica protezione necessaria è che non si possa aumentare il credito contenuto. Il vantaggio di una smart card di questo tipo è il basso costo a fronte di una tecnologia però semplice.

Microprocessor Card

Le Microprocessor Card hanno un microchip con microprocessore che ne eleva la potenza di calcolo. In sostanza la smart card diventa così un piccolo computer portatile che dà la possibilità di molteplici funzionalità, di memorizzare ed elaborare diverse informazioni e che è al contempo è un dispositivo molto sicuro. Il microchip di queste card ha un sistema operativo che gestisce i dati al sui interno, grazie ad applicazioni particolari. In questo tipo di carte il problema è eventualmente la disponibilità di memoria. È chiaro che questo tipo di smart card ha potenzialità molto maggiori rispetto ad una memory card.

Oltre ai comandi di lettura e di scrittura, esse danno la possibilità di gestire l’accesso alla memoria, con un PIN per esempio, e di gestirne i file contenuti. Le informazioni sono sicure e inviolabili, per questo una delle applicazioni di queste smart card è l’identificazione sicura e certificata ufficialmente degli individui, ovvero la firma digitale.

Potrebbero interessarti anche...